« Prev
7/21 Next »
108. Enfrâgos   Q1285, ✧SO.   Conifere, erbe e ghiaie in terreno accidentato [piante e arbusti]. Dal locale enfro = fra, in mezzo (Sc69) dal lat. infra (REW4410), e âgos = acque (Sc2) dal lat. aqua (REW570).

Sotto il profilo squisitamente etimologico, il nostro toponimo fa il paio con la cittadina piemontese di Entracque (CN, DT259), posta fra il torrente Gesso e ai suoi affluenti rivo Bousset e rivo Pramalbert, ed Entrêves in comune di Courmayeur (AO), fra la Dora di Vény e la Dora di Ferret. Più modestamente, a questi corsi d’acqua si sostituisce qui, nelle vicinanze della Fontano Nêro, il riù di Morarìot che si divide a circondare un lembo di terra di poche decine di metri quadri.
Una isoletta già microscopica, insomma, e sempre più precaria nel bel mezzo del sempre più impetuoso riù di Morarìot. Durante le piene, infatti, le acque del rio sono letteralmente sparate a valle dalle opere di irreggimentazione degli ultimi decenni che, cento metri a monte di Enfrâgos, hanno azzerato la naturale area di espansione.

« Prev
7/21 Next »
Scarica
Scarica questo file (LuoghiMemoria.pdf)I luoghi e la memoria[© 2007-2016 Enrico Agostinis]489 Downloads
sei qui