« Prev
3/12 Next »

Le altre opere

Per quanto brevi, basterebbero le Memorie di Givigliana, da sole, a rendere degna di attenzione la figura di Pietro Cella; ma i suoi meriti nel campo degli studi storici non si fermano qui, posto che la Storia della scuola in Carnia e Canal del Ferro, pubblicata nel 1940, rimane a tutt'oggi un punto di riferimento autorevole e, per molti versi, insuperato10.

Storia della scuola in CarniaLa scuola festiva artistica di Ravascletto

Già qualche anno prima, con l'articolo La scuola festiva artistica di Ravascletto, 1852-187211, edito nel 1935, si era cimentato su questo tema.

Egli fu, inoltre, un sottile, ironico, ancorché parsimonioso, narratore in friulano; le storielle e leggende pubblicate sulle riviste della Società Filologica Friulana nel periodo 1929—1936, ben cinque delle quali, uscite nel 1929, sicuramente scritte o ambientate a Circhina/Cerkno e dintorni, divenuta temporaneamente italiana dopo la prima guerra mondiale, sono una decina.

« Prev
3/12 Next »
Scarica
Scarica questo file (Cella110.pdf)Note su don Pietro Cella e l´Archivio storico della Carnia[versione 1.1.1 del 7-8-2016 ]319 Downloads
sei qui