« Prev
14/32 Next »

 

22.06.1901 - numero 13

Per una medaglia commemorativa ai capi-krumiri di Halle e di altri siti

«Una rondinella ci ha portata sul tavolo la seguente circolare della Commissione d'ingaggiamento di krumiri a tutti i padroni ed imprenditori edili interessati:

Egregi colleghi!
Siamo in dovere di segnalare a tutti i padroni ed imprenditori edili lo spirito d'abnegazione e l'aiuto generoso che gli assistenti:
  • Della Martina Pietro di Givigliana (Rigolato),
  • Soravito Daniele di Liaris,
  • Buliani Pietro di Ampezzo,
  • Berton Luigi di Enemonzo,
  • Sticotti Leonardo di Amaro Carnico,
  • Cacitti Eugenio detto Giorin di Caneva di Tolmezzo
non che gli operai
  • Danelon Leonardo di Feltrone,
  • Molinari Lorenzo di Fogliaria,
ci hanno sempre dimostrato e prestato nelle lotte numerose che negli ultimi anni abbiamo dovuto sostenere per porre argine alle esigenze ognor crescenti de' nostri operai, i quali hanno la sfacciataggine di credersi uomini come noi, e la ridicola pretesa d'essere trattati come tali.
Più di uno sciopero sarebbe andato perso per noi, e più d'un movimento di salario finito con una sconfitta ignominiosa se costoro, ubbidienti alla nostra chiamata, non fossero intervenuti a tempo con un buon nerbo d'operai ben pensanti racimolati fra que' loro compaesani le cui orecchie sono ancora vergini alle brutte parole di solidarietà internazionale de' lavoratori, coscienza di classe, interessi proletari, fraternità e tante altre che hanno portati de' guasti così profondi ne' cervelli de' nostri, per deturpare quella Cassa di guerra, che è il terrore delle nostre notti e il tormento de' nostri giorni, oppure per occupare i posti abbandonati dagli scioperanti, gettando così lo scompiglio e lo scoraggiamento nelle loro file, oppure l'una e l'altra cosa insieme.
Tanta virtù merita premio ed abbiamo pensato di offerir loro a fine di stagione una medaglia commemorativa dello sciopero di Halle.
Da una parte spiccherà in rilievo il cognome e la patria del medagliato con intorno l'iscrizione: Al fedele alleato. Dall'altra due figure: Una allegorica, di uomo magro, all'amapagnato, stracciati gli abiti e con una corda insaponata al collo, rappresenterà lo sciopero. L'altra invece rappresenterà il premiato in atto di tirare e stringere con tutte le forze il nodo scorsoio della corda. Intorno poi vi sarà in istile lapidario l'iscrizione: Al krumiro sia gloria ed onor! e le date più memorabili.
Siccome poi anche nella distribuzione di tali insegne onorifiche la munificenza non deve mai andare disgiunta da un ben inteso senso d'economia, le medaglie non dovranno essere né d'oro, né d'argento, né tantopoco di piombo, ma di carta pesta.
Indirizzare le offerte alla

Commissione d'ingaggiamento di krumiri.

Per la traduzione: Fra Ginepro
« Prev
14/32 Next »
sei qui