« Prev
6/32 Next »

 

30.03.1901 - numero 7

Movimenti di salario. Muratori

«In Halle dopo la ripresa dei lavori la lotta fra gli operai che reclamano dagli imprenditori il mantenimento dei patti concordati e da essi sottoscritti, e gl'imprenditori si è maggiormente accentuata. I padroni hanno pubblicato sui giornali una richiesta di operai muratori che è un monumento di mala fede dalla prima all'ultima parola. Affermano che lo sciopero è causato da esigenze ingiuste degli operai, e dall'influenza di alcuni agitatori. Menzogna la prima affermazione, e più sfacciata ancora la seconda. Ricordiamo ancora una volta, per coloro che se lo fossero dimenticato, come sono andate le cose.

Nel 1899 in Halle i muratori scioperarono per migliorare le loro condizioni di lavoro e di salario. Dopo un po' di resistenza i padroni accettarono le proposte degli operai colla seguente lettera:

Halle a.d.S. 29 Luglio 1899
Alla Commissione de' salari de' muratori
di Halle e d'intorni

In seguito alla vostra comunicazione del 27 c.m. la corporazione degli imprenditori edili (Bau-Innung) di Halle ha deliberato nella seduta di ieri di concedere ai muratori da oggi fino al 31 Marzo 1900 il salario di 48 Pf. all'ora e dal 1° Aprile 1900 fino al 31 Marzo 1901 il salario di 50 Pf. all'ora.

In base a questa comunicazione firmata dall'ufficio di presidenza della corporazione i muratori ripresero il lavoro. verso la fine di Novembre scorso gl'imprenditori modificarono arbitrariamente la tariffa da essi medesimi accettata e sottoscritta, e che avrebbe dovuto durare fino al 31 Marzo 1901. Da ciò lo sciopero.

Ed ora essi parlano di esigenze ingiustificate! È forse un'esigenza ingiustificata il pretendere che essi manifestino i patti concordati? Chi ha senno giudichi. Gli operai organizzati sanno qual'è il loro dovere e non mancheranno. Ma anche agli altri diciamo. Non recatevi a nessun costo a Halle! Non fidatevi delle promesse che i padroni o i loro tirapiedi non mancheranno di farvi. Gente che manca di parola così leggermente come hanno fatto quegli imprenditori e che mente poi con tanta sfacciataggine non merita fede alcuna.

La polizia naturalmente sempre uguale a sé medesima, dimostra la sua parzialità perseguitando e provocando gli scioperanti.
[...]»

« Prev
6/32 Next »
sei qui