« Prev
2/36 Next »

 

27.01.1906 - numero 4

Ai crumiri sia gloria ed onor!

«Anche questa è da contar!
L'ultima trovata dello spirito umanitario degl'imprenditori sono le lapidi d'onore ai crumiri.
Pochi giorni fa vi fu in Kiel uno sciopero di conduttori di tram. […] Ora perché il nome di questi sei valorosi campioni degli interessi padronali non vadano perduti la direzione ha fatto mettere nel locale della direzione il seguente ricordo:
Lapide d'onore
[...]

Siamo dunque già alle lapidi d'onore! È da sperarsi che i Consorzi padronali istituiscano quanto prima pe' crumiri un ordine cavalleresco. In questo caso c'è da scommettere che l'onorificenza più alta spetterebbe ai signori Cassetti di Caneva, G. B. Marin di Spilimbergo, e G. B. Petris – detto Tittella – di Pinzano.
L'ordine potrebbe essere intitolato a Giuda ed avere per simbolo il suo titolare appeso al fico.»

« Prev
2/36 Next »
sei qui