« Prev
28/29 Next »

 

28.11.1903 - numero 24

Piccola posta

«Stuckenbusch. Pietro Bulian. In testa alla vostra cartolina avete scritto. Non voglio affamare nessuno. È un proponimento lodevolissimo, specialmente se vi riuscirà a mantenerlo. Ma pel passato? Vi ricorderò soltanto Halle s.S. dove ebbi nel Maggio 1901, durante lo sciopero il dubbio onore d'incontrarvi per l'ultima volta e di sentire raccontare alcune delle vostre gloriose imprese crumiresche. Per colpa vostra e de' vostri complici e compagni di delinquenza (Cassetti, Della Martina, Sorovito, Berton… e tutti quanti) quello sciopero durò nove mesi e terminò con una sconfitta e la quasi totale rovina dei muratori di Halle, i quali durante l'inverno dovettero sopportare la miseria più dura non esclusa la fame. Non siete quindi per quegli operai uno dei loro affamatori?

E le conseguenze? Informatevene dal vostro degno collega in crumirismo Paolo Pontelli di Amaro Carnico (salvo errore) il quale saprà dirvi qual vento spiri da quel tempo in poi per gl'italiani in Halle! Quando sarebbe bene se insieme alle lezioni di galantonismo dei socialisti di Oltris vostro fratello prete potesse darvene qualcuna di amor del prossimo!»

« Prev
28/29 Next »
sei qui