« Prev
8/29 Next »

 

01.05.1903 - numero 9

Krumireide. Un'altra p… rodezza del famigerato Cassetti

«In altra parte del giornale raccontiamo d'una colonna di 43 muratori friulani che la settimana scorsa partendo da Kiel si sono recati a Bromberg a tradire lo sciopero. All'ultimo momento apprendiamo che il conducente di quella banda era il famigerato Cassetti di Caneva di Tolmezzo, la figura più miserabile e vigliacca che disonori la nostra emigrazione.

I compagni di Kiel, quantunque lo conoscessero fino dall'anno scorso tentarono di dissuaderlo dal recarsi a Bromberg facendogli considerare il danno che avrebbe recato a quegli operai e l'infamia di cui si sarebbe coperto. Ed egli ebbe la sfrontatezza di domandare una piazza sicura per tutta la stagione per sé e i suoi uomini e un compenso di 880 Mk, cioè 20 marchi a testa.

Si vede bene che la divisa di codesta canaglia è: La borsa o la vita! e che a Portolongone e a Lipari ce ne sono de' meno peggio.

Da Strassburgo ci scrivono:

Come già saprai ai primi di Aprile ci siamo posti in lotta per migliorare le nostre condizioni. Fra muratori e falegnami in sciopero saremo da 1300 persone, e fra di noi quantunque di tre nazionalità differenti, tedeschi, francesi e italiani, regna il massimo affiatamento e una cordialità che ha del commovente. Anche la popolazione segue il nostro movimento con gran simpatia e l'approva. Però gl'ingordi impresari sono riusciti a reclutare i soliti krumiri e stamani alle tre sono scesi alla stazione di Kehl, prossima a Strassburgo da 30 a 60 di costoro, nostri connazionali provenienti dal Friuli; furono ricevuti a fischi e urli; intervenne la polizia e divisi in drappelletti di quattro ciascuno e scortati da 25 gendarmi, sì che parevano i deportati in Siberia, furono condotti alle baracche che i padroni avevano preparate per loro, fornendole di paglia e di coperte. Davanti è stato stabilito un posto di polizia.
Ed ora vorrei rivolgerti una domanda.
Come mai in tutti gli scioperi qui in Germania abbiamo sempre quei medesimo krumiri ;provenienti da una parte della provincia di Udine, dove pure abbiamo tanti bravi e fedeli compagni?
Strassburgo, 23 Aprile 1903 F. M.

N.d.R. Quanto alla domanda che il nostro corrispondente ci fa non possiamo fare altro che consigliargli di leggere, o rileggere, la relazione del Pinfari che abbiamo pubblicato nel N° 7 del nostro giornale.

A Strassburgo i traditori sono stati reclutati e condotti dai due ben noti capi-krumiri Gotti Eugenio e Giovan Batta Petri, ambedue di Pinzano al Tagliamento, che l'anno scorso avevano scelto Potsdan come campo delle loro losche operazioni.»

« Prev
8/29 Next »
sei qui