« Prev
10/29 Next »

 

16.05.1903 - numero 10

Krumireide

«Non sappiamo per qual ragione di uno dei più simpatici paesi dell'Appennino toscano il dettato popolare dice: "Si seminano fagioli e nascono ladri". Parafrasando questo modo proverbiale di certi comuni e paesi della provincia d'Udine di potrebbe dire: "...Si seminano fagioli e nascono krumiri".

Uno di questi è Pinzano al Tagliamento, il quale sembra invidiare a Rigolato e a Caneva di Tolmezzo il malaugurato vanto di fornire agli imprenditori tedeschi il maggior numero di capi krumiri e quindi anche di soldati, poiché è ben difficile che un paletta friulano assuma nella sua squadra operai di altri comuni, tacere poi di altre regioni.

Di Pinzano sono i Gotti Eugenio e Petri Giovan Basttista che stanno rendendosi benemeriti del Consorzio padronale in Strassburgo; di Pinzano quell'Enrico Chieu che l'anno scorso si dette tanto da fare per condurre dei krumiri a Potsdan, e che quest'anno ha pensato bene di cercarsi un terreno vergine per l'industria, l'Ungheria.

Né qui finisce la lista, poiché quasi ogni giorno se ne scuopre uno nuovo.
[...]»

« Prev
10/29 Next »
sei qui