« Prev
17/49 Next »

 

18.06.1904 - numero 11

Crumireide

«[…]
In Königsberg ai primi del mese vi erano 174 crumiri di cui 157 italiani. Il capo pare che sia un certo Gaier. Il nome non è nuovo negli annali del crumiraggio friulano, e se non erriamo questo uccellaccio di rapina – Gaier significa avvoltojo – che probabilmente è sceso dalle alture di Forni Avoltri, l'abbiamo incontrato tre anni fa a Ellenburg presso Lipsia.

A proposito dello sciopero di Gustrow, in seguito all'annunzio della Patria, da varie parti ci è stato telegrafato per sapere se lo sciopero era finito. Abbiamo risposto subito a tutti, ma a titolo d'onore ci piace ricordare che fra gli altri vi è stato anche il signor Leonardo Sticotti di Amaro, il quale così ha dimostrato di voler mantenere la solenne promessa fatta l'inverno scorso alla società operaia di cui fa parte. Da queste colonne nelle quali più volte l'abbiamo censurato così aspramente quando se lo meritava, gli diciamo bravo! nella speranza che si mantenga e che trovi molti imitatori.

Misocrumiro»

« Prev
17/49 Next »
sei qui