« Prev
31/49 Next »

 

27.08.1904 - numero 16

Medaglie al valore

«Troppe volte ci capita di dover pubblicare delle lunghe liste di nomi di operai italiani che disonorano il loro paese all'estero. Oggi invece ne vogliamo citare alcuni che per la loro solidarietà ed il loro amore all'organizzazione e la fedeltà ai patti stabiliti da questa hanno saputo conciliarsi il rispetto e l'amore de' loro colleghi tedeschi. Sono i muratori: Mecchia Italico, Clemente Pietro, Clemente Biagio, Clemente Daniele, Clemente Ferdinando, Denardo Pietro Piazza, Collino Lorenzo, Garlatti Costa Giuseppe di Forgaria e Lanfrit Osvaldo di Casiaco, che a Mühlenbeck seppero fare il loro dovere.

Forgaria è un comune di crumiri. Speriamo che l'esempio di questi bravi valga a indicare ai loro compaesani quale è la via da seguire per meritarsi il rispetto de' colleghi all'estero.

Anche da Nidersedlit ci scrivono che in un piccolo sciopero che ha apportato un miglioramento di 3 Pf. all'ora gli italiani organizzati si sono condotti molto bene e che i loro nomi meritano di essere fatti conoscere. Sono i compagni Cimador Luigi, D'Agaro Sebastiano, D'Agaro Giuseppe del comune di Prato Carnico; Camiano Giovanni, Camiano Daniele del comune di Castelnuovo del Friuli, Tonelli Pietro di Spilimbergo poi alcuni altri de' quali non è stato possibile di rintracciare il nome e il comune. Sono pochi ancora, ma speriamo che in breve diventino legione!»

« Prev
31/49 Next »
sei qui