« Prev
4/4 Next

Conclusioni

La parte documentaria caratterizza il volume e lo rende un'opera aperta, uno strumento di lavoro dalle potenzialità illimitate, non circoscrivibili.

Ciascun lettore potrà tuffarsi liberamente nel vasto mare documentario raccolto e godere il frutto di tanto lavoro. Forse l’immersione nel particolare più minuto, nel dettaglio individuale, quotidiano e apparentemente insignificante, può non apparire avvincente. Ma il senso di vertigine di fronte allo spezzettamento delle vicende individuali, la necessità di trovare un filo interpretativo per non affogare nel mare delle piccole cose, sono esperienze comuni di ciascun individuo e non solo di chi si occupa di storia per professione. A superare l’ostacolo aiuta certamente la prospettiva di lungo periodo, che consente di cogliere variazioni e persistenze altrimenti non percepibili.

Il libro come prodotto editoriale si presenta ben stampato, con caratteri chiari e leggibili. Viste le sue caratteristiche, si sente, tuttavia, la mancanza di indici analitici, che lo avrebbero reso uno strumento di studio perfetto, sulla scia delle Carte del Vicariato fornaeo di Gorto e Tolmezzo medioevale che rimangono, da questo punto di vista, due modelli esemplari, da imitare.

« Prev
4/4 Next
Scarica
Scarica questo file (Agrons.pdf)Agrons, piccolo compendio dell’universo (carnico)[v. 1.0 del 11 marzo 2018]73 Downloads
sei qui