« Prev
7/14 Next »

Capitolo V.
Della posizione geografica di Forni-Avoltri, monti, boschi, e vallate.

Se tu mio lettore, reduce dalla miniera di Avanza vuoi onorarmi e seguirmi a Forni-Avoltri descriverò altresì di questa località e personalità due parole, se non altro potrai essere al giorno dei subbietti ivi normali; accertandoti di tessere il veritiero, tanto in materia di saggezza quanto diversamente; seguimi adunque, e non tacciarmi di plagio, giacché relativamente a Forni-Avoltri non vi è punto tradizioni; ma, interrogando gli avanzi di un passato giacente nel bujo si ha per risposta certo, che mentre tutto sparisce, una striscia di luce dietro sé lascia, onde possa l'umana intelligenza percorrere la via delle investigazioni morali e civili di un popolo, al quale altri simili gli sono posteri; coraggio adunque qual tu sei, uomo o donna, abbi pazienza e ti accerto di sbrigarmi presto.

Il paese di Forni-Avoltri contemporaneo è situato all'estremità superiore del canale di Gorto sopra comune marea 820 metri; sui gradi 30 ai 35 latitudine meridiano, ed a 45 a 50 lungitudine settentrionale, confina colla Carinzia (Austria) a settentrione, con Timau (Italiano) a levante, col monte Tulia limitrofe a mezzodì, e con Sappada all'occaso.

L'estensione del suo tenimento è di pertiche censuarie 78,631, con una rendita di Lire 13141,93 ,e contiene sei grandi monti; cioè, Zòvo, Bordaglia, Tulia, Colgiano, Creta-Bianca e Paralba.

Tutti questi grandissimi globi si coincidono con altre piccole catene e formono l'ammasso principale in curvo rettangolo dal sud al nord disponendo un semicerchio al meriggio, lasciando internamente un vano consistente in dieci vallate principali, sei fertili o quattro non tanto; e quanto gli uni, che le altre, alimentano nella stagione propizia 2500 armente con altrettanti quadrupedi minori.

Questa periferia contiene pure quattro boschi erariali, o sono Tops, Zocazec, Sultul e Pietra-Castello8, i primi tre formano il totale pertigato censuario di 1805, in jugeri da 1600 tese 313, 618, del valore di lire italiane 250,000 coperte da bellissimi faggi ed abeti.

Forni-Avoltri è un paese discreto, nel centro ameno di tre sbocchi o canali, ed è perciò molto soggetto a ventilazione, è circondato da tre monti boscosi e verdastri in guisa di triangolo, simili a baluardi cui la natura pregiavasi ergere per comando supremo dell'altissimo; nel centro ameno si scorge ridenti praticelli tutti fertilissimi i quali circondano il paese dandogli in pari tempo un aspetto allegrievole.

« Prev
7/14 Next »
Scarica
Scarica questo file (IL PAESE di FORNI-AVOLTRI con la sua miniera di Avanza.pdf)IL PAESE di FORNI-AVOLTRI con la sua miniera di Avanza.pdf[Tip. Fil. G. Zavagna, Cividale, 1868]72 Downloads
sei qui