I profughi del circondario di Tolmezzo e la loro attuale residenza

Scarica
Scarica questo file (ProfughiGorto.pdf)I profughi del circondario di Tolmezzo e la loro attuale residenza[Bollettino dei profughi dell'«Opera Bonomelli» supplementi ai n. 34, 35, 36, 37, 38]15 Downloads

 

I profughi del circondario di Tolmezzo e la loro attuale residenza

Anna Paola Peratoner, nel suo saggio Michele Gortani e l'attività assistenziale a favore dei profughi carnici 1917/1919, pubblicato nel 2004 a cura del Museo Carnico delle Arti Popolari "Michele Gortani" di Tolmezzo, riporta parzialmente un «articolo dattiloscritto apparso il 29/10/1967 (per una commemorazione di Gortani)» dal quale si apprende che la segreteria dell'Ufficio profughi per il Circondario di Tolmezzo, poi divenuto Commissariato Profughi, costituito dal giovane deputato Michele Gortani, comprendeva anche il rigoladotto cav. Amedeo Zanier.

«Il giovane deputato prof. Gortani costituì subito a Pisa l’Ufficio Profughi per il Circondario di Tolmezzo, che aveva sede in via Vittorio Emanuele, n. 36, che si trasformò poi in Commissariato Profughi con sede a Firenze in via dei Bardi n. 7. Gortani, coadiuvato dalla sua solerte Signora, ne fu il Direttore, coadiuvata dalla segreteria costituita dal cav. Amedeo Zanier di Rigolato, dal cav. Gustavo Tavoschi di Liariis, dalla m.a Giovanna Cappellari di Forni di Sopra e dalla sig.na Carmen de Colle di Enemonzo. Risulta che l’Ufficio ricevette più di 28.000 richieste di aiuti che furono tutte sbrigate e diligentemente numerate. Venivano pubblicati dall’Ufficio i Bollettini contenenti lunghi elenchi di nominativi suddivisi per comune di origine e con il nuovo recapito; inoltre veniva informata la stampa quotidiana che collaborò per la ricerca dei dispersi, onde ricongiungere le famiglie.» (ivi p. 68-69)

La composizione degli elenchi dei profughi di Caporetto fu «un lavoro enorme, svolto in circa quattro mesi, dal novembre 1917 alla fine di febbraio 1918» (ivi p. 76); essi vennero pubblicati, in otto puntate, come supplemento ai seguenti numeri del Bollettino Bonomelli:

  • 32 e 33: profughi dei comuni di Amaro, Ampezzo e Arta (inizio);
  • 34 e 35: profughi dei comuni di Arta (fine), Cavazzo Carnico, Cercivento, Chiusaforte, Comeglians, Dogna, Enemonzo (inizio);
  • 36 e 37: profughi dei comuni di Enemonzo (fine), Lauco, Forni di Sotto, Forni di Sopra, Ligosullo, Forni Avoltri, Moggio Udinese, Prato Carnico, Ovaro (inizio);
  • 37: profughi dei comuni di Ovaro (fine), Preone, Paluzza, Paularo, Rigolato, Resiutta, Pontebba (inizio);
  • 38: profughi dei comuni di Pontebba (fine), Raccolana, Ravascletto, Resia, Raveo;
  • 45: profughi del comune di Tolmezzo (inizio);
  • 49: profughi dei comuni di Tolmezzo con Illegio (fine), Verzegnis, Zuglio, Socchieve, Villa Santina (inizio);
  • 50: profughi dei comuni di Villa Santina (fine), Sutrio, Treppo Carnico e Sauris.

La tabulazione del loro contenuto potrebbe apparire un'operazione semplice. Ma così non è, in quanto l'omogeneità delle informazioni è insidiata da incongruenze minute, ma onerose da sciogliere in termini di tempo (oltre ai refusi, numerose, come si vedrà nelle trascrizioni degli elenchi di Forni Avoltri e Rigolato sotto riportate, sono per esempio le duplicazioni).

Per approfondimenti sulle caratteristiche della profuganza carnica si rinvia all'opera di Anna Paola Peratoner citata all'inizio, che fa riferimento a una banca dati, ricavata dagli elenchi Gortani, relativa a 12.533 profughi del Circondario di Tolmezzo, la cui costruzione «è stata non priva di fatica per la ricerca di precisione e per il tempo ch’essa ha inevitabilmente comportato» (ivi p. 78).

Proprio per questo, c'è da sperare che una tale massa di informazioni venga resa accessibile online, così da liberarne (moltiplicandole) le potenzialità conoscitive e, nel contempo, valorizzare maggiormente il grande lavoro svolto dall'autrice.

In attesa di ciò si pubblicano in formato pdf i supplementi del Bollettino Bonomelli che includono i sei comuni collocati nella Val Degano, Val Pesarina, Val Calda e si fornisce la trascrizione degli elenchi relativi a Forni Avoltri e Rigolato.

Comune di Forni Avoltri

  • BERNABÒ Palmira in Raber col marito Raber Antonio e figli Osvaldo, seg. comunale, Adele, Noemi, Palmira, res. Albano.
  • BRUSESCHI Anna in Vidale Eugenio e figlie, res. Posilippo (Napoli) Villa Bramante
  • CANEVA Alberto e Giuseppe, fratelli, fu Leonardo, res. Roma, via C. da Rienzo, 163.
  • CANEVA Armida di Vittorio di anni 2, res. S. Ninfa (Trapani).
  • DEL FABBRO Luigia in Romanin, col marito Romanin Valentino e figli, res. Sombreno (Borgamo).
  • MOLINARO Fortunato, parroco res. Bisuschio (Como).
  • RABER Antonio con Bernabò Caterina, moglie, con Osvaldo, Adele, Noemi, Palmira. figli, res. Albano.
  • RABER Osvaldo, di Antonio col padre, madre o sorella, res. Albano.
  • ROMANIN Leopoldo fu Mosca, ufficiale postale, res. Treviso - Direzione Poste.
  • ROMANIN Luciano (Chierico) res. Bergamo, III Ginnasio, Sem. Vescovile.
  • ROMANIN Michelina fu Michele e sorelle Elisa e Maria, res. Genova.
  • ROMANIN Valentino con Del Fabbro Luigia, moglie e Luciano figlio, res. Sombreno (Bergamo) presso Locatelli Giovanni.
  • ROMANIN Virginio di Pietro con Romanin Leopoldo, res. Treviso.
  • SOTTOCORONA Gola fu Giacomo anni 15, res. Roma via Torre Argentina, 26.
  • VIDALE Giuditta fu Giacomo, anni 19 con lo sorelle Margherita, Maria, Luigia, res. Roma - via Torre Argentina, 76.
  • VIDALE Margherita, maestra, anni 23, con lo sorelle Giuditta, a. 19, Maria, a. 26, Luigia, a. 14, res. Roma - via Torre Argentina 76.

Comune di Rigolato

  • CANDIDO Cecilia fu Giuseppe con Gusseti Marziale, marito, con Alfredo Aldo, Ernesta, Ilario, figli, res. Rapallo (Genova).
  • CANDIDO Emilia di Carlo, a. 42, con Pellegrino Anna di Giuseppe 18, Vittorio, Giuseppe, Erne(s)ta 2, Maria 21, Margherita 17, Rina 1, res. Tradate (Como).
  • CANDIDO Ettore fu G. Batta, res. Tradate (Como).
  • CANDIDO G. Batta fu Pietro, a. 41, res. Galbiate (Como).
  • CANDIDO Letizia, Cecilia, res. Vedano (Olona).
  • CANDIDO Luigi fu Carlo, a. 46, con moglie Pellegrina Maria 43, fu Nicolò e Caterina 18, figlia, res. Galbiate (Como).
  • CANDIDO Maria fu Raimondo a. 11, res. Palermo, Comitato Ass. Profughi.
  • CANDIDO Pietro, 14, Amedeo, 5, Ettore 10, Gina, con Pascutti Cecilia, madre, res. Vedano Olona (Como).
  • CANDIDO Rosa a. 28, res. Vedano Olona (Como).
  • CANDIDO Rosa, a. 58, in Vidale, res. Vinolo, (Torino).
  • CANDIDO Teresa fu Benedetto in D’Andrea, col marito Giulio e figli, res. Pistoia, Comitato Ass. Civile.
  • CAVASSA Rita di Secondo nata 1894, maestra, res. Asti.
  • CORNALI Luigi, res. Almenno, S. Salvatore (Bergamo).
  • D’AGARO Caterina in Puntil, res. Musocco, via Barnaba 2, (Milano).
  • DAGARO Lieta fu Giuseppe, maestra ed Enrica, Fabio, res. Faenza (fam. Trani).
  • D'ANDREA Giulio fu Giuseppe, con Candido Teresa, moglie ed Anna, Romilda, Ulisse figli e Zanier Teresa, domestica, res. Pistoia, Cuburbio al Borgo, 37.
  • D’ANDREA Giuseppe fu Osvaldo, 51. con Di Qual Anna, moglie, res. Terrasa (Pavia).
  • D’ANDREA Romano fu Osvaldo 43, boscaiolo, con Puschiasis Angelica, moglie, Marianna 21, Angelina, 19, Maria 17, figlie, Casatisma (Pavia),
  • DE ANTONI Giuseppe, 51, Caterina, con D’Agaro Serafina, 25, madre, res. Formigine (Modena).
  • DI QUAL Anna in D’Andrea Giuseppe, 51, col marito, res. Terrasa (Pavia).
  • DI QUAL Emilio di Benedetto, nato 1901, res. Villafranca (Alessandr(i)a).
  • DI QUAL Mara fu Antonio, 21, domestica presso fam. Fer. res. Roma, via Salaria, 58, int. 8.
  • DI QUAL Umberto, con Maria e Antonina sorelle, Schevander Domenica, madre, Chiavenna di Sondrio alla Specola.
  • DURIGON don Basilio, res. Roma, via Mascherone, 55.
  • DURIGON Rosa ved Puntil 73; res. Palermo, Comitato Ass. Profughi.
  • DURIGON Daniele fu Guglielmo, 14, res. Roma, Via Mascherone 55.
  • FRUCH Enrico, Viceispettore Scolastico, res. Pesaro Comitato Ass. Profughi.
  • FRUCH Erminia 28, di Beniamino e Olga figlia, res. Formigine (Modena).
  • GORTAN Cappellari Gemma, 39, coi fratelli, fu Giuseppe, res. Teramo via Nottole 10.
  • GORTAN Cappellari Giacomo fu Giuseppe con Simonetti Giacomina, moglie e Gemma sorella, res. Teramo, via Nottole 10.
  • GORTAN Cappellari Umberto fu Giuseppe con Vidale Regina, moglie e figli Rina 11, Umberto 7, res. Teramo, via Nottole 10.
  • GRACCO Ferdinando fu Romano muratore, res. Summonte (Avellino).
  • GUSSETTI Eugenio di Daniele, 52, res. Milano, via Luciano Manara, 2.
  • GUSSETTI Eugenio di Daniele, 52, res. Vedano Olona, (Como).
  • GUSSETTI Giacomina di Giuseppe in Zanier, con Guido di Lorenzo, nato 1916, res. Villafranca (Alessandria).
  • GUSSETTI Giovanna di Daniele, ved. Puschiaris Isidoro, con Anita e Fausta, figlie, res. Cuneo (Comitato Ass. Civile).
  • GUSSETTI Giovanni fu Pietro nato 1858, e nipoti Gussetti Maddalena di Giovanni e G. Battista, res. Villafranca (Alessandria).
  • GUSSETTI Giuseppe fu Pietro nato 1854, con Adele nata 1903, figlia, res. Villafranca (Alessandria).
  • GUSSETTI Gustavo di Giovanni nato 1899 e Umberto nato 1901, res. Villafranca (Alessandria).
  • GUSSETTI Marianna in Di Qual Luigi, res. Chiavenna di Sondrio.
  • GUSSETTI Marziale fu Giovanni, 55, con Candido Cecilia fu Giuseppe, moglie ed Alfredo, Aldo, Ernesta, Ilario, figli, res. Rapallo, (Genova).
  • GUSSETTI Modesto di Daniele 46 con Candido Letizia, 36, moglie, res. Vedano Olona (Como).
  • GUSSETTI Oliva 26, Palmira 22, Riccardo 16, con Vidale Teresa, madre, res. Chiavenna di Sondrio.
  • GUSSETTI Pietro Amedeo, 29, con la figlia Alba, 4, res. Diano Castello (Porto Maurizio) via Meloria 9.
  • GUSSETTI Rosa in Visentini, res. Bologna via Guerrazzi 10.
  • LEPRE Alviso, res. Talignano (Parma).
  • LEPRE Anita, res. Calignano (Parma).
  • LEPRE Anna di Ottavio 19, e Maria di Anna , a. 1. res. Diano Castello (Porto Maurizio) via Melorla 9.
  • LEPRE Arcangelo res. Cesena (Romagna) Corso Garibaldi 106.
  • LEPRE Fiorinda res. Taglignano (Parma).
  • LEPRE Giovanni res. Talignano (Parma)
  • LEPRE Ludovico res. Talignano (Parma).
  • LEPRE Luigi res. Talignano (Parma).
  • LEPRE Maria in Pellegrina res. Talignano, Parma.
  • LEPRE Rosa in Marzio, res. Talignano (Parma).
  • MACON Susanna, res. Talignano (Parma).
  • MARZIO Luigia, res. Talignano (Parma).
  • MARZIO Primo, res. Talignano (Parma).
  • MIGOTTI Giacomo, res. Lama Mocogna (Modena).
  • PASCUTTI Cecilia, a. 30 in Candido, con Candido Pietro, Amedeo, 5, Ettore 10, Gina, res. Vedano Olona (Como).
  • PAVONA Felice fu Giuseppo, res. Palermo Piazza S, Cecilia 64.
  • PAVONA Maria, res. Diano Castello (Porto Maurizio) Via Meloria 9.
  • PAVONA Santina di Vittorio res. Vedano Olona (Como).
  • PAVONE Teresa di Felice, a. 21, res. Palermo, Camitato Ass. Profughi.
  • PELLEGRINA Amabile, res. Talignano (Parma).
  • PELLEGRINA Amalia, a. 28 fu Giovanni con la figlia Francesca di N. N. res. Cuneo Comitato Ass. Civile.
  • PELLEGRINA Angelina di Giacomo, res. Pisa Via S. Martino, 58, I.o piano.
  • PELLEGRINA Anita, res. Talignano (Parma).
  • PELLEGRINA Anna di Giuseppe 18, Vittoria, 7, Giuseppe 5, Ernesta 2, Maria 21, Margherita 17, Rina, 8, con Candido Emilia di Carlo, a. 42, res. Tradate (Como).
  • PELLEGRINA Benedetto fu Giacomo, 47, sordomuto, res. Vedano Olona (Como).
  • PELLEGRINA Clemente res. Talignano (Parma).
  • PELLEG(R)INA Elena fu Giovanni, 42 e sorella Amalia 28, con famiglia, res. Cuneo, Comitato Ass. Profughi.
  • PELLEGRINA Giacomo, res. Salicetto San Giuliano (Modena).
  • PELLEGRINA Giacomo fu G. Batta, res. Patti (Messina), via Cecarolo, 17.
  • PELLEGRINA Giovanni, res. Salicetto San Giuliano (Modena).
  • PELLEGRINA Giuseppe di Giuseppe, a. 48 res. Galbiate (Como).
  • PELLEGRINO Giuseppe fu Giovanni e Silvio, 14, figlio, res. Torino, Via Magenta 2.
  • PELLEGRINA Luigia, res. Talignano Parma.
  • PELLEGRINA Maddalena res. Talignano (Parma).
  • PELLEGRINA Maria fu Giovanni, 20, res. Cuneo Comitato Ass. Profughi.
  • PELLEGRINA Maria, fu Nicolò 43; con Candido Luigi, 46, fu Carlo, marito, Caterina, 18 figlia, res. Galbiate (Como).
  • PELLEGRINA Michele res. Talignano Parma.
  • PELLEGRINA Virgilio, res. Talignano Parma.
  • PITTINI Pietro, res. Diano Castello (Porto Maurizio) via Meloria, 9.
  • POCHERO Daniele di Giuseppe, res. Roma via Gracchi, 84.
  • POCHERO Teresa, 20, res. Roma, via Gracchi 84.
  • POLI Alice, 8 e Remo, res. Vedano Olona, (Como).
  • PUNTIL Dorino, res. Talignano (Parma).
  • PUNTIL Rosa, 65, con Rosa, 24, figlia, res. Palermo, Piazza Santa Cecilia, 64.
  • PUNTIL Rosa fu Luigi, 20, e Caterina 10, res. Palermo, Piazza S. Cecilia, 64.
  • PUNTIL Rosa in Durigon, res. Palermo, Piazza S. Cecilia, 64.
  • PUSCHIASIS Adese res. Talignano Parma.
  • PUSCHI(A)SIS Angelica fu Giovanni in D’Andrea Romano, col marito e figli, res. Mede (Lomeilina) via Mentana 21.
  • PUSCHI(A)SIS Anna, res. Talignano Parma.
  • PUSCHIASIS Annibale, res. Talignano Parma Op. Sala Baganza.
  • PUSCHI(A)SIS Anita fu Isidoro 14, con la sorella Fausta, 7, e Gussetti Giovanna di Daniele a. 39, madre, res. Vedano Olona Como.
  • PUSCHIASIS Caterina, res. S. Flavia Palermo, Via San Marco 2.
  • PUSCHIASIS Ermenegilda, res. Talignano Parma.
  • PUSCHIASIS Italia fu Ermenegildo, a. 22, res. Palermo, via San Cecilia, Palazzo Airroldi.
  • PU(S)CHIASIS Maddalena res. Talignano Parma.
  • PUSCHIASIS Severino, res. Talignano Parma.
  • PUSCHIASIS Tullio res. Talignano Parma.
  • RABER Teresa in Zanier Amedeo e figlie Silvia, Lea, Elda, col marito; res. Marina (Pisa).
  • SCHIVANDER Domenica in Di Qual e figli Antonia Umberto, Maria, res. Chiavenna di Sondrio.
  • SIMONETTI Giacomina fu Valentino in Gortan Cappellari Giacomo, col marito, res. Teramo (Comitato Ass. Profughi).
  • TASSINARI Giuseppe, ospedale Croce Rossa, res. Stienta (Rovigo).
  • VAZZOLA dotto. Giuseppe, res. Laiatico (Pisa).
  • VIDALE Giacomo a. 58, fu Giacomo e moglie Candido Rosa, res. Vinovo Torino.
  • VIDALE Giacomo, 32, Albina 30, e Regina 30, res. Vinovo (Torino).
  • VIDALE Giacomo, res. Cascina Mora in Candiolo, (Prov. di Torino).
  • VIDALE Regina fu G. Batta in Gortan Cappellari; col marito e figli, res. Teramo, Comitato Ass. Profughi.
  • VIDALE Teresa ved. Gussetti 62, con Oliva 26, Paimira 22, Riccardo, figli, res. Chiavenna di Sondrio Alla Specola.
  • ZANIER cav. Amedeo con Raber Teresa, moglie, Silvia, Lea, Elda, Luciano, figli, res. Marina di Pisa, via S. Stefano, 13.
  • ZANIER Anna di Ilario, domestica presso la famiglia D’Andrea. res. Pistoia, Comitato Ass. Profughi.
  • ZANIER Giuseppe, 36, fu G. Batta, res. Torino, via Gasometro, 8.
  • ZANIER Guido di Lorenzo nato 1916 con Gussetti Giacomina, nata 1894, madre, res. Villafranca (Alessandria).
  • ZANIER Teresa domestica con D’Andrea Giulio e famiglia, res. Pistoia, Comitato Ass Civile.
  • ZANIER Vittore, res. Saliceto San Giuliano, (Modena).
sei qui